Meno malati di Alzheimer tra chi ha la pressione alta

Le persone che hanno una predisposizione genetica verso l’alta pressione sanguigna possono essere a basso rischio di sviluppare il morbo di Alzheimer, secondo un nuovo studio fatto nella Brigham Young University e nell’Università di Washington.

Lo studio ha esaminato i dati genetici di 17.008 individui con malattia di Alzheimer e quelli di 37.154 persone senza la malattia. Il team ha cercato le associazioni tra la malattia di Alzheimer e numerose patologie quali l’obesità, il diabete e il colesterolo alto.

L’unica significativa associazione riscontrata è stata quella tra l’alta pressione sanguigna sistolica e il ridotto rischio di Alzheimer.

Secondo i ricercatori, può essere che l’alta pressione sanguigna sia protettiva nei confronti della demenza oppure potrebbe essere che un farmaco antipertensivo, per tenere a bada l’ipertensione possa proteggere dal morbo di Alzheimer.

Alcuni prodotti alimentari di largo consumo possono aiutare ad abbassare l'alta pressione sanguigna. Uno studio,
Il consumo regolare di noci aiuta a prevenire il rischio di obesità, il cancro alla
Le verdure ricche di nitrati come la rucola, gli spinaci e le barbabietole, garantiscono una
Le donne che mangiano ogni settimana cinque o più porzioni di yogurt, hanno un rischio