L’inquinamento aumenta il rischio di ictus

L’inquinamento atmosferico non solo aumenta il rischio di ictus, ma è associato all’invecchiamento precoce del cervello, secondo un team internazionale di ricercatori che ha compiuto uno studio su 943 uomini e donne statunitensi di 60 anni o più.

I ricercatori hanno scoperto che coloro i quali erano sono stati esposti a livelli elevati di alcuni inquinanti avevano avuto quasi il 50% più rischio di avere ictus “silenziosi” e di presentare un ridotto il volume del cervello (- 0,32%).

Come scrivono i ricercatori, su “Stroke”, la risonanza magnetica ha evidenziato che coloro i quali vivevano vicino alle principali autostrade avevano avuto il 46% più probabilità di avere lesioni cerebrali e ictus transitori.

Le particelle microscopiche con un diametro di 2,5 micron (o PM2,5), che entrano in profondità nei polmoni e facilmente nel flusso sanguigno provocano non solo ictus transitori, ma anche una diminuzione del volume del cervello.

C’è una minor prevalenza di cancro ai polmoni con il consumo regolare di fibre e
Se si ingeriscono troppe calorie e non si fa esercizio fisico, non è solo la
Un nuovo studio per la prima volta ha scoperto che i farmaci antinfiammatori non steroidei
La buona forma fisica nella mezza età è legata a un rischio più basso di