Non è mai troppo tardi per smettere di fumare

Smettere di fumare all’età di 60 anni, può abbassare il rischio di infarto e di ictus entro i primi cinque anni, secondo un nuovo studio tedesco.

Dopo che una persona ha smesso di fumare il rischio continua a diminuire. In media, il rischio per gli ex fumatori è solo di 1,3 volte in più di quello delle persone che non hanno mai fumato nella loro vita.

Nel German Cancer Research Centre sono stati analizzati 25 studi, che hanno riguardato i dati di oltre mezzo milione di individui di 60 anni o più.

E’ emerso che negli anziani ex fumatori col passare del tempo diminuisce il rischio di morire di infarto o di ictus.

L’aumento di rischio, comunque, dipende dal numero di sigarette che una persona ha fumato nella sua vita.

Lo studio ha anche trovato che l’età dei fumatori che muoiono di malattie cardiovascolari è, in media, di cinque anni e mezzo più bassa nelle persone che non hanno mai fumato nelle loro vite.

Al contrario, l’abbassamento della speranza di vita per gli ex fumatori scende a poco più di due anni rispetto ai non fumatori.

Non è mai troppo tardi per smettere di fumare. Anche smettere di fumare all’età di 60 anni, può abbassare il rischio di infarto e ictus entro i primi cinque anni, dicono i ricercatori tedeschi.

Più si accumulano chilogrammi, più la speranza di vita si riduce, secondo uno studio internazionale,
E' preoccupante il risultato del rapporto Osservasalute 2015. E' emerso un dato che gli analisti
La depressione è la malattia a maggiore incidenza nel mondo ed e al primo posto
Alcuni scienziati americani sostengono che un lo stress legato all'insicurezza e alle cattive condizioni di