L’obesità nella mezza età diminuisce il rischio di demenza

Il sovrappeso nella mezza età riduce il rischio di sviluppare la demenza piuttosto che aumentarlo, secondo un nuovo studio pubblicato sulla rivista scientifica ‘The Lancet Diabetes & Endocrinology’.

Lo studio, che coinvolto 2 milioni di persone della fascia di età 40-55 anni, ha trovato che il sottopeso agevola molto di più lo sviluppo della demenza che il sovraoppeso.

Le persone sottopeso dello studio avevano avuto un rischio maggiore del 34 per cento di sviluppare la demenza rispetto a chi aveva un peso normale, mentre gli obesi avevano avuto un rischio inferiore del 29 per cento.

Ulteriori ricerche sono necessarie per confermare i risultati dello studio e trovare una spiegazione, ha detto Qizilbash Nawab, ricercatore della OXON Epidemiology & London School of Hygiene and Tropical Medicine, coautore dello studio.

Limitare l'assunzione di cibo ai pasti o praticare il digiuno intermittente, può aiutare le persone
Le noci possono aiutare ad evitare l'aumento di peso, nonostante siano ricche di calorie. Esse
Il sovrappeso e l'obesità portano migliaia di persone a iniziare una dieta e a fare
Un nuovo studio pubblicato dal Center for Nutrition Research dell'Illinois Institute of Technology, negli Usa,