L’associazione tra bassa statura e malattie di cuore e genetica

Un nuovo studio condotto dall’Università di Leicester, nel regno Unito, ha trovato un legame tra l’altezza di una persona e il rischio di avere una malattia di cuore.

Le persone più basse sono a più alto rischio di malattia coronarica, indipendentemente da fattori quali la nutrizione o le cattive condizioni socio-economiche.

Lo studio, pubblicato sul ‘New England Journal of Medicine’, ha trovato che ogni diminuzione di altezza di 6,35 centimetri aumenta del 13,5 per cento il rischio di malattia coronarica.

Il professor Nilesh Samani, autore principale dello studio, ha detto che “da più di 60 anni è noto che esiste una relazione inversa tra altezza e rischio di malattia coronarica”.

Il nuovo studio ha trovato che l’associazione tra l’altezza e il rischio di malattia coronarica è una relazione primaria, ossia dovuta a fattori genetici, indipendenti da altri fattori.

Un nuovo lavoro fatto su 3,8 milioni di persone, che avevano partecipato a 10 studi
Le ossa sepolte nella cattedrale tedesca di Aquisgrana sono quelle di Carlo Magno. Lo hanno
In un articolo pubblicato lunedì su Circulation, i ricercatori della Harvard School of Public Health