Un ormone potrebbe limitare gli effetti dell’alcol

L’ossitocina, a volte chiamato ormone dell’amore e della socialità, ha aiutato parzialmente dei ratti ubriachi a diminuire i sintomi dell’ebbrezza, in uno studio fatto da alcuni ricercatori australiani.

Quando gli autori di questa ricerca hanno infuso ossitocina nel cervello dei roditori ubriachi, gli animali non hanno presentato più la mancanza di coordinamento causato dall’alcol.

Lo studio è stato fatto nell’Università di Sydney in Australia ed è stato pubblicato negli atti della American Academy of sciences (PNAS).

Gli scienziati hanno dimostrato che l’ossitocina impedisce all’alcol di raggiungere le aree specifiche del cervello responsabili degli effetti causati dagli eccessi etilici.

Ora, resta da sperimentare questo ormone nell’uomo, per i ricercatori. Comunque se l’ossitocina può ridurre gli effetti dell’ubriachezza, non può cambiare la concentrazione ematica di alcol nel sangue. Non mette cioè al riparo da un eventuale test, se si è alla guida in stato di ubriachezza.

La regina del pop, Madonna, avrebbe bevuto qualche bicchiere di troppo, deludendo i fan, andati
Gli uomini russi sono soliti ubriacarsi con la vodka e muoiono prima dei 55 anni,
Secondo uno studio condotto dall'Università di Buffalo, le coppie che consumano la stessa quantità di