Nanoparticelle contro l’eccesso di colesterolo e l’aterosclerosi

Un nuovo sistema per combattere l’eccesso di colesterolo e l’aterosclerosi è stato sperimentato su dei topi, da alcuni ricercatori dell’Università di Harvard.

L’esperimento descritto su ‘Science Translational Medicine’ dice che delle nanoparticelle possono combattere l’occlusione delle arterie causata dalle formazioni di grasso.

“È il primo esempio di una specifica tecnologia che utilizza nanoparticelle per ridurre l’aterosclerosi in un modello animale”, ha detto Omid Farokhzad, uno degli autori dello studio.

“Dopo anni di ricerche e collaborazioni, siamo stati in grado di utilizzare la nanotecnologia per curare le infiammazioni, rimodellare e stabilizzare le placche in un modello di aterosclerosi avanzata”, ha aggiunto.

Nello studio, un gruppo di topi che avevano le arterie indurite dall’aterosclerosi avanzata è stato sottoposto per cinque settimane a questo trattamento innovativo, mentre un altro gruppo di roditori non è stato trattato.

Nei topi trattati, i “danni alle arterie sono stati riparati in modo significativo e le placche sono state stabilizzate”, dice lo studio.

I microrganismi presenti nel corpo possono contribuire alla destabilizzazione delle placche coronariche e a un
Alcune persone anziane sono immuni dalle lesioni patologiche del cervello che portano tutti gli altri
Se l'aterosclerosi è una malattia sempre più preoccupante visto l'invecchiare della popolazione e lo stile
La malattia di Alzheimer, secondo un articolo apparso sulla rivista 'Science Translational Medicine', si può