Diffuse le immagini fatte dalla sonda Rosetta alla sua cometa

L’Agenzia spaziale europea (ESA) ha rilasciato le prime immagini, fatte dalla sonda Rosetta, quando in questo fine settimana si è avvicinata alla cometa 67P/Churyumov Gerassimenko.

Nelle immagini si vede parzialmente la cometa ripresa da sei chilometri di distanza, il massimo avvicinamento previsto, raggiunto sabato alle 13.40, circa.

Il volo a distanza ravvicinata, chiamato dagli scienziati “flyby” fornisce agli studiosi preziose informazioni.

Dopo l’avvicinamento la sonda si è allontanata dalla cometa e oggi potrebbe già aver raggiunto i 253 chilometri di distanza dalla cometa.

Rosetta si avvicinerà ancora alla sua cometa e la studierà a distanza di 15 e 100 chilometri.

Il robot Philae, che sembrava introvabile è riapparso. La fotocamera ad alta risoluzione di Rosetta
L'analisi dell'ossigeno della cometa Tchouri ha rivelato che il gas è venuto dal vuoto che
La cometa 67P, su cui si trova il robot Philae, raggiungerà il suo massimo avvicinamento
La missione della sonda Rosetta, che ha consentito l'atterraggio sulla cometa 'Tchouri' al robot Philae,