Controproducente l’attacco hacker promesso ai jihadisti

Un gruppo di hacker attivisti di Anonymous prevede, per vendetta, di attaccare i jihadisti su Internet in risposta all’aggressione del 7 gennaio operata nei confronti del giornale satirico francese “Charlie Hebdo”.

Con un comunicato diffuso venerdì, è stata annunciata “una reazione massiccia e frontale” da parte di questi hacker, “perché – dicono gli hacker – la battaglia per la difesa di queste libertà è la base stessa del nostro movimento”.

In un video postato su YouTube, il gruppo di hacker ha detto che vuole tenere traccia dei siti Web e delle reti sociali legate ai terroristi e oscurale, chiudendo i relativi account.

Il video dice di essere un messaggio per “al Qaeda, per lo stato islamico e per altri terroristi”.

Secondo gli esperti informatici, però, questi attacchi potrebbero essere controproducenti e interferire con il lavoro degli investigatori

La società italiana, specializzata nella gestione dei contenuti audio e video, provvederà a costruire un
Estate da ricordare al SettemariClub Alonissos Beach per la straordinaria apparizione di un cucciolo di foca monaca
Beyoncé ha, per la seconda volta, assicurato un suo spettacolo al Coachella Festival (a Indio,
In occasione della Campagna di sensibilizzazione e raccolta fondi Indifesa, Terre des Hommes lancia i risultati dell’indagine effettuata