L’insonnia cronica raddoppia il rischio di morte

Gli esperti dell’Università dell’Arizona, negli Stati Uniti, hanno trovato che l’insonnia cronica porta allo sviluppo di malattie incurabili e aumenta il rischio di morte, quasi del 58%.

Secondo questi esperti, l’insonnia persistente espone al rischio di morire per malattie di cuore e del polmone, indipendentemente da altri fattori, quali l’età o il sesso.

La mancanza di riposo, inoltre, può causare obesità, malattie cardiache, diabete, alcuni tipi di cancro, demenza e depressione.

Si soffre di insonnia cronica quando si dorme poco o male da più di sei anni.

Per far fronte all’insonnia, secondo i ricercatori, è utile praticare attività fisica durante il giorno, meglio tre o quattro ore prima di coricarsi, cenare con di pasti leggeri, non consumare caffeina cinque ore prima di andare a dormire, ridurre il consumo di nicotina e bere con moderazione.

Per gli studenti di tutta Italia stanno per riaprirsi le porte della scuola. L’estate e
Uno studio fatto su dei giovani e degli adulti di mezza età ha scoperto che
Sonno e estate: un connubio che se ben gestito riesce a contrastare lo stress e
Partire, che sia per un weekend o per una breve vacanza. Esiste un modo migliore