Imparare una seconda lingua migliora le funzioni cognitive

Imparare a parlare un’altra lingua rafforza il cervello e permette di invecchiare meglio, secondo un nuovo studio statunitense.

Lo studio, fatto nell’University of Pennsylvania, ha coinvolto 39 nativi inglesi, che hanno studiato il cinese per sei settimane.

Prima e dopo ogni incontro, i partecipanti sono stati sottoposti alla risonanza, per valutare la qualità della connessione delle loro reti cerebrali.

Alla fine del corso, tutti gli studenti hanno mostrato un aumento della qualità della connessione delle loro reti nel cervello, a livelli più o meno elevati a seconda delle prestazioni individuali di ciascuno dei partecipanti.

Il dottor Ping Li, autore principale dello studio, ha concluso che, al contrario di quello che sostengono altre ricerche, il cervello è molto più malleabile di quanto si pensi. Come un muscolo, si rafforza con l’uso quotidiano. E, non importa a quale età.

“Abbiamo registrato delle variazioni anatomiche nel cervello degli anziani. La cosa è molto incoraggiante – ha detto Li – perché significa che l’apprendimento di una lingua può anche aiutare a invecchiare meglio”.

Il cervello umano reagisce in modo diverso in caso di lingue udite prima dei 3
Giovedì scorso la Food and Drug Administration americana (Fda) ha approvato l'uso di BrainPort V100,
Il cervello continua a reagire ai suoni e ai toni di una lingua sentita e
Un bacio veloce sulla bocca, della durata di soli 10 secondi, trasmette circa 80 milioni