Si suicida una persona ogni 40 secondi nel mondo

Ogni anno, almeno 800.000 persone si suicidano, secondo un vasto studio fatto dall’Organizzazione mondiale della sanità (OMS).

E’ emerso dalla ricerca che si suicida una persona ogni 40 secondi nel mondo e la percentuale probabilmente è anche più alta, dato che i suicidi a volte vengono elencati come incidente o altra causa di morte.

Il tasso di suicidio è relativamente comparabile nei paesi ricchi e nei paesi a basso e medio reddito.

Nei paesi ricchi, il suicidio è il più delle volte associato a situazioni di depressione, di alcolismo, di disturbi mentali, di problemi economici e di esiti di traumi.

Il 30% dei suicidi nel mondo si verifica per avvelenamento da pesticidi. È un metodo comunemente usato nelle zone rurali dei paesi sottosviluppati, in America Latina o in Asia, ma anche in Portogallo.

Nei paesi più ricchi, si impicca un suicida su due. Le armi da fuoco, sono utilizzate nel 18% dei casi e costituiscono il secondo più comune metodo utilizzato per ammazzarsi.

In Cina, Hong Kong e Singapore, dove la maggioranza della popolazione vive in edifici alti, chi vuole suicidarsi spesso si butta nel vuoto.

Anche l’utilizzo del carbone per produrre monossido di carbonio e suicidarsi, dal 1998, si è diffuso a Hong Kong e poi rapidamente anche a Taiwan.

Potrebbero interessarti anche...