Fumo: multinazionale condannata a pagare 23,6 miliardi di dollari

Una corte della Florida, negli Stati Uniti, ha condannato, venerdì, il produttore di sigarette Reynolds a pagare 23,6 miliardi di dollari alla vedova di un fumatore, morto di cancro al polmone nel 1996.

Una pena record per il sud degli Stati Uniti. Mai, c’erano state condanne così alte in Florida.

L’azienda ha fatto sapere che ricorrerà in appello.

I FATTI

Cynthia Robinson, di Pensacola, in Florida, aveva presentato una denuncia contro il produttore di sigarette di Camel e Pall Mall, nel 2008, per la morte del marito, Michael Johnson, sostenendo che la società aveva fatto in modo di nascondere i pericoli dei suoi prodotti per la salute e gli additivi contenuti nelle sigarette.

Michael Johnson, era morto 18 anni fa, all’età di 36 anni. Fumava da uno a tre pacchetti di sigarette al giorno.

Con le sanzioni di Trump che penalizzano la Cina, puntare sul paese del Sud Est
Archiviato l’anno scolastico, migliaia di ragazzi fremono all’idea di partire per le tanto agognate vacanze;
Un uomo americano di 28 anni, che aveva un collo dolorante e aveva cercato di
Una donna di 86 anni ha perso più di 50 chili camminando avanti e indietro