E’ morta Stephanie Kwolek, aveva inventato il Kevlar

Stephanie Kwolek è deceduta all’età di 90 anni. Aveva inventato il Kevlar un polimero termoplastico che ha rivoluzionato il settore della protezione personale ed è utilizzato per fare i giubbotti antiproiettile.

Vero e proprio pioniere del gentil sesso, nel campo della scienza, la Kwolek, con la sua invenzione, ha salvato molte vite.

La notizia della sua morte è stata data anche dalla DuPont, società per cui la celebre chimica aveva lavorato.

“Siamo tutti rattristati per la morte della scienziata della DuPont, Stephanie Kwolek, un chimico creativo e determinato e un vero pioniere per le donne nella scienza”, ha detto il CEO della DuPont Ellen Kullman in una dichiarazione.

La scienziata è morta mercoledì a seguito di una breve malattia. Si è spenta a Talleyville, Delaware, negli Stati Uniti.

Proveniva da una famiglia di umili origini e aveva trovato lavoro alla DuPont, nel 1946, quando molti uomini allora erano morti in guerra.

Tenace e testarda, come dice chi la conosceva, aveva creato una sostanza cinque volte più resistente dell’acciaio.

Il Kevlar era stato messo a punto alla metà degli anni Sessanta, quando la Kwolek aveva 42 anni e stava lavorando nella stazione sperimentale della DuPont a Wilmington, per sviluppare una fibra super forte in grado di rinforzare i pneumatici.

Stephanie Kwolek era molto contenta, ogni volta che qualcuno le diceva che suo giubbotto gli aveva salvato la vita.

I pazienti con insufficienza cardiaca che consumano più fibre alimentari tendono ad avere batteri intestinali
La maggior parte delle persone in tutto il mondo non consuma la quantità di fibra
Più connessioni in fibra e più velocità, più sconti sulle assicurazioni auto, maggior tutela per