Google: un form per il rispetto del diritto all’oblio

La Corte di giustizia dell’Unione europea è riuscita a imporre a Google di rispettare il diritto all’oblio su Internet.

L’azienda di Mountain View, così, non ha avuto altra scelta se non per conformarsi alla decisione della Corte europea.

Da giovedì, 29 maggio, il gigante di Internet offre un modulo online che permette agli utenti europei di chiedere la rimozione dal motore di ricerca dei risultati che ritengono inappropriati.

L’utente ha uno spazio per inviare i link che desidera eliminare e spiegare perché questi link sono irrilevanti, obsoleti o inappropriati.

“Stiamo creando una commissione di esperti che analizzerà con attenzione questi temi”, fatto sapere Google.

Il diritto all’oblio è una questione molto complessa, che pone sfide etiche e giuridiche.

Mentre i ministri dei paesi membri dell’Unione europea si riuniscono a Bruxelles per il Consiglio
Il GDPR è il nuovo Regolamento Europeo sulla protezione dei dati personali dei cittadini dell'Unione Europea che entrerà
Chiusa ieri la grande consultazione sul futuro della Politica agricola comune (Pac): dal’Italia oltre 33 mila
Il 30 aprile nell'intero spazio dell'UE sono state ridotte le tariffe sul roaming mobile per