Un po’ di caffè in più al giorno per contrastare il diabete

Uno studio pubblicato sulla rivista ‘Diabetologia’ ha trovato che aumentando il consumo di caffè di una tazza e mezza per un periodo di quattro anni si può ridurre il rischio di diabete dell’11%.

Gli autori dello studio dicono che, al contrario, i volontari, che, durante l’esperienza avevano ridotto il loro consumo di caffè di almeno una tazza presentavano un rischio di sviluppare il diabete di tipo 2 aumentato del 17%.

Coloro che avevano mantenuto un alto livello di consumo di caffè, 3 tazze di caffè o più al giorno, presentavano un rischio di diabete inferiore, anche del 37% rispetto ai consumatori moderati, che consumavano una tazza o meno di caffè al giorno.

“I cambiamenti nelle abitudini del consumo di caffè sembra che influenzino il rischio di diabete di tipo 2 in un periodo relativamente breve”, hanno scritto gli autori dello studio, fatto nell’università di Harvard (Stati Uniti).

Un nuovo farmaco sviluppato da Novo Nordisk - l'Ozempic (semaglutide) - aiuterà sia a ridurre
“I nuovi farmaci si sono rivelate utili sia per patologie cardiovascolari che per complicanze renali.
Il digiuno, che sia intermittente o periodico ha prodotto una varietà di effetti benefici sulla
Le persone con diabete che assumono integratori di fibre solubili hanno zuccheri nel sangue leggermente