Fertilità: identificata la proteina chiave dell’ovulo

Un elemento chiave per la fecondazione dell’ovulo, che permette allo sperma di riconoscerlo e di ancorarsi ad esso, è stato identificato, dopo un decennio di ricerca, secondo una ricerca pubblicata sulla rivista ‘Nature’.

Perché avvenga la fecondazione, è necessario che l’ovulo e lo spermatozoo si riconoscano reciprocamente e si uniscano, per fondersi e formare l’embrione.

I ricercatori giapponesi avevano scoperto nel 2005, la proteina coinvolta nello sperma, chiamata Izumo, nome che allude a un santuario giapponese dedicato al matrimonio, ma la proteina dell’ovulo era ancora sconosciuta.

Ora, i ricercatori del Wellcome Trust Sanger (UK) hanno scoperto questa proteina che si trova sulla membrana dell’ovulo e che hanno chiamato Juno, in onore di Giunone, la dea della fertilità.

I topi maschi, il cui sperma è privo di Izumo, sono sterili. Anche le femmine di topo, prive della proteina Juno, lo sono.

Lo studio dice che l’interazione tra Juno e Izumo è essenziale per la normale fecondazione, nei mammiferi.

Poche cose sono biologicamente controverse come l'orgasmo femminile. Misterioso, talora inafferrabile per le donne, l'orgasmo
Alla fine di un viaggio di 2,7 miliardi di chilometri, Juno la sonda della Nasa,
La sonda Juno inizierà ad orbitare attorno a Giove lunedi 4 luglio. Lo ha reso