UA-72767483-1

Il caffè riduce le morti per cirrosi epatica

Filed under Lifestyle, Salute

Consumare due o più tazze di caffè al giorno riduce il rischio di morte per cirrosi epatica del 66%, soprattutto nel caso di cirrosi causata da epatite non virale.

Un team di di studiosi, della Duke University negli Stati Uniti e dell’Università nazionale di Singapore, ha esaminato gli effetti del consumo di caffè, di alcol, di tè nero, di tè verde e di bibite sulla cirrosi epatica.

E’ emerso che bere tè, succhi di frutta o bevande analcoliche non influenza il rischio di morte da cirrosi, mentre un elevato consumo di alcol ne aumenta il rischio.

Dopo aver analizzato i dati di anamnesi, lo stile di vita e la dieta abituale di 63 mila individui cinesi di età compresa tra i 45 e i 74 anni, abitanti a Singapore, seguiti per quasi 15 anni, i ricercatori hanno concluso che, invece, al consumo di caffè è associato un minor rischio di morte per cirrosi legata a un’epatite non virale.

I soggetti dello studio che avevano bevuto due o più tazze al giorno di caffè avevano avuto una riduzione del rischio di mortalità del 66%, rispetto a coloro che avevano bevuto caffè solo occasionalmente.

Il consumo di caffè non è efficace nei confronti della mortalità per cirrosi causata dall’epatite B.

You must be logged in to post a comment Login