Scoperto 2012 VP113, un nuovo pianeta nano

Filed under Scienza

Gli astronomi, cercando al di là di Plutone, hanno scoperto un nuovo pianeta nano, che potrebbe avere 10 volte le dimensioni della terra.

Intorno alle frange scure del sistema solare, il nuovo pianeta nano, chiamato 2012 VP-113, conferma l’esistenza della “nube di Oort” un’interplanetaria terra di nessuno, che si credeva fosse vuota, ma, che potrebbe essere brulicante di corpi celesti rocciosi.

Scott Sheppard, astronomo della Carnegie Institution for Science, e Chadwick Trujillo del Gemini Observatory nelle Hawaii, hanno descritto il nuovo corpo celeste scoperto, su ‘Nature’.

2012 VP-113 misura circa 450 chilometri e dista dal Sole circa 80 volte l’Unità Astronomica (Ua), ossia la distanza tra la Terra e il Sole (circa 11,9 miliardi di chilometri).

Si trova, perciò, ben oltre la fascia di Kuiper, un gelido campo di detriti che sta oltre l’orbita di Nettuno, tra 30 e 55 unità astronomiche, da cui si crede provenga l’altro pianeta nano, scoperto nel 2003, chiamato Sedna.

Sheppard e Trujillo hanno voluto cercare ulteriori corpi celesti simili a Sedna, dimostrando che esso non è un’anomalia.

Gli scienziati hanno stimato che ci potrebbero essere circa 1000 oggetti nella nube di Oort con diametri di 1000 chilometri o più. Alcuni di loro potrebbe essere grandi quanto Marte.

Related posts:

Nuovo farmaco ripristina le connessioni cerebrali nel morbo di Alzheimer
Una 'super luna', nella notte tra domenica e lunedì
Trovato il corpo celeste più distante del sistema solare
Sui sistemi Apple i malware sono aumentati di cinque volte nel 2015
Eclissi totale di sole nell'Oceano Pacifico
Brasile: scoperto un dinosauro di di 25 metri

You must be logged in to post a comment Login