UA-72767483-1

Roma: i capolavori del Museo d’Orsay al Vittoriano

Filed under Cultura e Società

Dall’ arte dei Salon al realismo ottocentesco, dalla pittura accademica agli studi sulla  luce e  sul  paesaggio  che  porteranno  alla  nascita  del  movimento Impressionista, fino al  suo superamento  a  favore  dei  pittori  simbolisti  e  delle nuove  Avanguardie  del  primo  Novecento.  Il  tutto  in  uno  straordinario  viaggio attraverso più di 60 dipinti  che, dal 22 febbraio fino all’8 giugno 2014, sono in esposizione a Roma  presso il  Complesso del  Vittoriano,  nella mostra intitolata “Musée  d’Orsay.  Capolavori”.

Si  possono  ammirare  alcune  delle  opere  più importanti della pittura, provenienti dal Museo d’Orsay e realizzate tra il 1848 e il 1914 dai  grandi  maestri  francesi.  Gauguin,  Monet, Degas, Sisley, Pissarro, Van Gogh, Manet, Corot, Seurat, sono solo alcuni degli autori delle preziosissime tele presenti a Roma, che  illustrano la rivoluzione che queste personalità apportarono nell’arte pittorica, nella tecnica delle pennellate, nell’uso dei colori, nello studio della luce e nella  percezione  dell’immagine.

L’esposizione  è  organizzata  in  5  sezioni  e l’ultima parte è dedicata all’eredità che l’Impressionismo lascia alle nuove generazioni di  pittori  che  raccolgono la  lezione  di  Monet  e  compagni  e  da essa,  attraverso  la propria  personale  ricerca  artistica,  sfociano  in  movimenti  che  daranno  vita  alle Avanguardie. Il tutto è corredato da un percorso didattico sulle fasi dell’Impressionismo promosso dall’Assessorato alla Scuola, Infanzia, Giovani e Pari  Opportunità del Comune di Roma e dal Complesso del Vittoriano, dedicato agli studenti delle scuole.

 

L’esposizione,  nata  sotto  l’Alto  Patronato  del  Presidente  della  Repubblica  Italiana ed organizzata e   realizzata da ‘Comunicare Organizzando‘  è curata da GuyCogeval e da Xavier Rey, rispettivamente Presidente e Direttore delle collezioni del Museo d’Orsay, ed è preceduta da  un’introduzione dedicata a questa  istituzione che nel mondo vanta la più grande collezione di opere impressioniste. In particolare ne viene spiegata la nascita, la sua riconversione e trasformazione da stazione ferroviaria a museo.. Si possono ammirare  schizzi,  un  plastico,  progetti  e  disegni  che  hanno  segnato  il  recupero  e  la ristrutturazione  di  questa  struttura  ma  anche  della  zona,  situata  nel  cuore  di  Parigi.

IMG_0087_opt

Potrebbe interessarti anche:

You must be logged in to post a comment Login