UA-72767483-1

Colombiana aveva in pancia un feto morto da 40 anni

Filed under Lifestyle, Salute

Un’anziana donna della Colombia, che si era rivolta ai medici con dolori all’addome, aveva in pancia un feto morto da quaranta anni.

L’embrione si era sviluppato fuori dall’utero, ma era troppo grande per essere assorbito dal corpo. Così, all’esterno si era coperto di sali di calcio, meccanismo naturale che scatta per proteggere la madre dalla decomposizione del tessuto morto e dalla setticemia.

Insomma si trattava di un caso di feto litopedio o feto pietrificato.

Il fenomeno, che in genere riguarda gravidanze extrauterine, si può verificare in qualsiasi fase della gravidanza dalla 14 settimana in poi.

La donna colombiana, 82 anni, sarà sottoposta a intervento chirurgico per la rimozione del feto, nell’ospedale Tunjuelito di Bogotà.

Potrebbe interessarti anche:

You must be logged in to post a comment Login