Scoperta la proteina che fa alzare la pressione

Filed under Lifestyle, Salute

ipertensioneUn team di ricercatori italiani e svizzeri ha scoperto che una proteina poco studiata, chiamata glicoproteina di Tamm-Horsfall (THP), nota anche come uromodulina, contribuisce all’ipertensione.

Lo studio, pubblicato su ‘Nature Medicine’, spiega che la proteina, secreta nelle urine umane e dei mammiferi, ad alti livelli è legata a elevati rischi di pressione alta e a danni del rene.

L’uromodulina fu isolata nel 1952 e fu collegata dai ricercatori ad alcune forme rare di malattia renale.

Confrontando le biopsie renali e i campioni di urina delle persone con pressione arteriosa normale e delle persone con pressione alta, il team di ricercatori ha notato che i livelli di uromodulina variano a seconda del DNA e sono legati, quando sono alti, a elevati rischi di pressione alta e a danni del rene.

‘La nostra ipotesi è che questa proteina favorisca il riassorbimento di acqua e sale nei reni, attraverso un meccanismo che parzialmente abbiamo identificato’, ha detto il dottor Luca Rampoldi, dall’Istituto San Raffaele di Milano, che ha guidato la ricerca.

Per Paolo Manunta, nefrologo dell’Università San Raffaele, lo studio dimostra che la ‘genetica può aiutarci scegliere un trattamento mirato per l’ipertensione arteriosa, quello più efficace e che ha meno effetti collaterali’.

You must be logged in to post a comment Login