UA-72767483-1

Con uProxy di Google per sfuggire alla censura bastano due click

Filed under Tecnologia

uproxyMotore di ricerca lancia uProxy, un gateway per un più libero accesso Internet indipendentemente dal paese in cui l’utente si connette.

Google ha lanciato uProxy, un sistema basato sulla condivisione della connessione, che permette agli utenti con accesso al web censurato, il libero accesso.

Per poter funzionare, uProxy deve essere installato dagli utenti come estensione del browser Google Chrome o Firefox.

C’è bisogno comunque di un amico, un’altra persona da contattare via chat, email o Facebook per fare questo lavoro.

L’utente che apre la sua connessione Internet dovrebbe fare clic su uProxy per inviare una notifica del suo accesso a un amico. Quest’ultimo dovrà accettare di far collegare l’altro liberamente attraverso un canale sicuro.

Col sistema, ad esempio, un cinese può connettersi tramite la connessione di un amico italiano per navigare e scoprire nuove informazioni sul Tibet.

Questo strumento consente agli utenti di aggirare la censura istituita dal loro paese attraverso una rete privata virtuale basata su un sistema di connessione crittografata. L’utente può sfuggire al blocco degli indirizzi IP e dei firewall.

UProxy è un nuovo software dell’Università di Washington e di Brave New Software, società non-profit, che è stato presentato al Google Ideas Sumit, il 21 ottobre a New York.

Per il momento, Google non ha annunciato la data del lancio ufficiale del servizio open source.

L’estensione uProxy è ora disponibile in versione beta al fine di migliorare la sua sicurezza.

“Due click bastano per sfuggire a un regime repressivo”, ha detto Yasmin Green, responsabile di Google Ideas.

You must be logged in to post a comment Login