UA-72767483-1

Settimana della moda: Versace è stato il brand più citato sui media italiani

Filed under News, Notizie

Nel mese della settimana della moda Versace è stato il brand più citato sui media italiani, menzionato 1.009 volte tra il 9 e il 30 settembre, quasi il doppio rispetto ad Armani  (575). A mettere in evidenza questi dati è il monitoraggio svolto su oltre 1.500 fonti d’informazione fra carta stampata (quotidiani nazionali, locali e periodici), siti di quotidiani, principali radio, tv e blog da Mediamonitor.it, che utilizza tecnologia e soluzioni sviluppate da Cedat 85, azienda attiva da 30 anni nella fornitura dei contenuti provenienti dal parlato.

A spingere sui mezzi di informazione la “griffe della Medusa” ha contribuito anche la notizia della vendita del marchio a Michael Kors, che ha catalizzato l’attenzione di addetti al settore e appassionati di moda. Nello stesso arco temporale esaminato da Mediamonitor.it Donatella Versace, direttore creativo e anima dell’azienda, ha raccolto 664 citazioni.

Alle spalle di Giorgio Armani (575 menzioni), secondo in classifica, si posiziona un’icona della moda italiana: la coloratissima Missoni, che è stata nominata 337 volte sui mezzi di informazione.

Pari merito al quarto posto della graduatoria ci sono, con 321 menzioni, Alberta Ferretti, ultimamente molto amata dalle influencer, e Valentino al cui successo sui media ha contribuito anche il direttore creativo Pierpaolo Piccioli (76 menzioni dirette). Sul quinto gradino della classifica di Mediamonitor.it c’è il re del cachemire, Brunello Cucinelli, che tra le campagne umbre raccoglie 289 citazioni.

La classifica stilata da Mediamonitor.it prosegue con le maison Gucci, che ha totalizzato 227 menzioni sui media nazionali, Fendi (182) e (Prada 252). Nella top ten dei marchi più menzionati sui mezzi di informazione ci sono anche Philosophy by Lorenzo Serafini, la linea giovane di Alberta Ferretti che lo stilista quarantenne ha riportato sulle passerelle italiane, e Dolce e Gabbana (entrambi con 121 citazioni).

You must be logged in to post a comment Login