UA-72767483-1

Artrite: uno stile di vita sano può aiutare

Filed under In evidenza, Lifestyle, News, Salute

Lo scorso 12 ottobre è stata celebrata la Giornata Mondiale dedicata all’Artrite, per sensibilizzare a livello mondiale su una patologia che può essere molto invalidante.

L’artrite è una malattia infiammatoria, cronica e autoimmune che colpisce le donne più degli uomini. È caratterizzata dall’infiammazione delle articolazioni, cosa che causa dolore a chi ne soffre.

Esistono diversi tipi di artrite, tuttavia i due tipi più comuni sono l’artrosi e l’artrite reumatoide.

Gli esperti, per contrastare l’artrite consigliano di mantenere un peso adeguato in modo da non esercitare troppa pressione sulle articolazioni. Altre raccomandazioni per prevenire o combattere la malattia sono l’esercizio fisico e una dieta sana.

Se non esiste una dieta specifica per curare l’artrite, ci sono alimenti che aiutano a ridurre l’infiammazione, consumando ad esempio cibi contenenti antiossidanti.

Con gli antiossidanti il ​​corpo previene che i radicali liberi influenzino le cellule, prevenendo l’artrite. Si trovano in alimenti come noci e semi, mirtilli, fragole e altri frutti rossi, fagioli, spinaci e persino cioccolato fondente.

Le persone con artrite beneficiano di un supplemento extra di vitamine (come la vitamina D) e altri nutrienti. Gli alimenti ricchi di vitamina D includono latte, arance, noci e salmone, che pure ne contiene, anche se in piccole quantità.

Alcuni altri nutrienti consigliati sono quelli contenenti gli acidi grassi omega 3 presenti nel pesce e nelle verdure a foglia verde, l’acido folico (presente in spinaci, broccoli, lenticchie e arance) e il calcio (latticini, mandorle o latte di mandorle e broccoli).

Sono invece da consumare sporadicamente zucchero, grassi e cibi lavorati. Il consumo di carni può essere utile, ad esempio caso dell’artrite reumatoide, ma l’apporto eccessivo può essere nocivo.

Le carni rosse come la carne di manzo e di maiale, sono ricche di purine, che producono acido urico, il quale può essere conservato nelle articolazioni e sviluppare la gotta. È meglio mangiare carne rossa, solo una o due volte alla settimana.

You must be logged in to post a comment Login