L’uomo si è evoluto da un’unica specie

Filed under Cultura e Società

cranio.DmanisiLa scoperta del cranio di un antenato umano, seppellito sotto un villaggio medievale georgiano, 1,8 milioni di anni fa, testimonia che l’uomo si è evoluto da un’unica specie.

Uno studio pubblicato sulla rivista ‘Science’, basandosi sul fossile, che è costituito dal più completo cranio pre-umano mai scoperto, e su altri resti parziali precedentemente trovati nel sito rurale di Dmanisi, in Georgia, dà ai ricercatori la prima prova che gli antenati umani si spostavano dall’Africa, diffondendosi nel nord e nel resto del mondo.

Il cranio “mostra che questa speciale immigrazione dall’Africa è avvenuta molto prima di quanto avessimo pensato e fu fatta da un gruppo molto più primitivo”, ha detto l’autore dello studio David Lordkipanidze, direttore del Museo Nazionale della Georgia a Tbilisi.

Lordkipanidze e colleghi sottolineano che i teschi trovati in Georgia sono differenti dagli altri finora trovati, ma provengono dalla stessa specie.

E’ probabile che i vari teschi trovati in luoghi diversi e diverse volte in Africa non siano di specie diverse, ma la variazione di una sola specie, hanno detto.

Il cranio trovato in Georgia era di un maschio adulto di 1.5 metri, che aveva una massiccia mascella e dei denti grandi, ma un cervello piccolo, quindi con una capacità di pensiero limitata.

Related posts:

Datata la creazione dell'Iliade: 762 a.C.
Trasferirsi al Sud, nel Mediterraneo, non rende più felici
Il Nobel per la Chimica a tre scienziati del mondo infinitamente piccolo
Rubate a Madrid cinque opere di Francis Bacon
L'agricoltura fuori suolo è il futuro
Bambini e sicurezza della Rete: contro cyberbullismo, hate speech, adescamento, sexting, pornografia...

You must be logged in to post a comment Login