Papa Francesco: mai uccidere il prossimo con la nostra lingua

Filed under Italia, Notizie

Dove c’è Dio non ci sono odio, invidia e gelosia e non ci sono quelle chiacchiere che uccidono i fratelli, ha detto papa Francesco lunedì mattina a Santa Marta, dove ha celebrato la messa con i gruppi dopo la pausa estiva.

papa-francescoL’incontro di Gesù con i suoi conterranei, gli abitanti di Nazareth, come dice il Vangelo di San Luca, proposto dalla liturgia del giorno, è stata la parte centrale dell’omelia del Papa.

I Nazareni ammiravano Gesù – ha detto il Pontefice – ma si aspettavano da lui qualcosa di sorprendente: “volevano un miracolo, che volevano uno spettacolo” per credere in lui. Così Gesù dice che non hanno fede e loro si arrabbiano, tanto. Si sono alzati e hanno spinto Gesù fino al monte per buttarlo giù, per ucciderlo.

Ma guardate com’è cambiata la cosa – ha osservato il Papa – hanno cominciato con bellezza, con ammirazione e hanno finito con un crimine: volendo uccidere Gesù. Questo per la gelosia, l’invidia, per tutte queste cose…

Questa – ha detto il Pontefice – non è una cosa che è successa duemila anni fa: questo succede ogni giorno nel nostro cuore, nelle nostre comunità. Quando in una comunità si dice: ‘Ah, che buono, questo che è venuto da noi!’. Se ne parla bene il primo giorno; il secondo, non tanto; e il terzo si incomincia a spettegolare e finiscono spellandolo”.

“Noi siamo abituati alle chiacchiere, ai pettegolezzi. Ma quante volte le nostre comunità, anche la nostra famiglia, sono un inferno dove si gestisce questa criminalità di uccidere il fratello e la sorella con la lingua!”, ha continuato il Papa.

“Una comunità, una famiglia viene distrutta per questa invidia, che semina il diavolo nel cuore e fa che uno parli male dell’altro, e così si distrugga”, ha proseguito il Papa, dicendo: “Chiediamo questo al Signore, mai uccidere il prossimo con la nostra lingua”.

Potrebbe interessarti anche:

You must be logged in to post a comment Login