UA-72767483-1

La fusione mentale è una realtà: collegati due cervelli con il computer

Filed under Scienza

cervelli collegatiAlcuni ricercatori statunitensi sono riusciti a “collegare” due cervelli umani senza ricorrere a una tecnica invasiva.

Il team dell’Università di Washington, guidato da Rajesh Rao, ha confermato di essere riuscito a inviare un segnale da un cervello umano a un altro, utilizzando solo internet e il computer.

A ricevere il segnale inviato da Rao è stato Andrea Stocco, ricercatore italiano dell’Institute for Learning & Brain Sciences.

Rao seduto nel suo laboratorio ha indossato un berretto con degli elettrodi, collegato a una macchina di elettroencefalografia, collegata a un computer che inviava un segnale a un altro computer.

Stocco si trovava in un altro laboratorio del campus con un copricapo dotato di una bobina per la stimolazione magnetica transcraniale posta direttamente sopra la sua corteccia motoria sinistra, che controlla il movimento della mano.

Rao, di fronte a un computer in cui c’era un videogioco ha immaginato di spostare la mano destra per poter sparare con un cannone su un bersaglio.

Al segnale immaginato da è corrisposta un’azione di Stocco, che ha spostato l’indice destro per spingere la barra spiaziatrice della tastiera.

In pratica un’azione immaginata dal primo cervello è stata tradotta in un’azione reale da un altro cervello.

In precedenza, alcune informazioni era state trasmesse da un cervello a un altro nei roditori, ma, in modo invasivo, utilizzando degli elettrodi impiantati direttamente in una zona del cervello.

Questa volta, un semplice dispositivo disposto sulla testa dei due partecipanti ha permesso la trasmissione delle informazioni, tramite l’utilizzo solo di internet e di un computer.

A chi dovesse aver paura di queste nuove tecnologie, che possono risultare un po’ inquietanti, gli esperti dicono che è impossibile applicare la tecnica senza che il destinatario lo sappia o lo voglia.

You must be logged in to post a comment Login