Da una crema antirughe il principio che curerà il Parkinson

Filed under Lifestyle

parkinsonUn principio attivo utilizzato per una crema antirughe può rallentare o fermare gli effetti del morbo di Parkinson sulle cellule del cervello.

Nel 2004, alcuni ricercatori avevano studiato il Parkinson in una famiglia italiana, con un’alta prevalenza di insorgenza precoce della malattia, scoprendo, nei membri, delle mutazioni in una proteina chiamata PINK1.

Ora, hanno scoperto che un ingrediente attivo contenuto in diverse creme antirughe, chiamato chinetina, è in grado di rallentare la progressiva degenerazione delle cellule cerebrali e in alcuni casi di fermarla.

La scoperta è stata fatta dai ricercatori dell’Università della California a San Francisco, che ora testeranno il principio, sugli animali.

“La chinetina è un farmaco già conosciuto, è utilizzato nelle persone ed è sicuro”, ha detto il ricercatore Kevan Shokat, che ha guidato lo studio, pubblicato sulla rivista ‘Cell’.

Nella malattia di Parkinson, si verifica una lenta e progressiva distruzione delle cellule del sistema nervoso centrale. Ne conseguono disturbi motori, come tremori, rigidità muscolari e movimenti lenti. In alcuni casi si verificano anche delle difficoltà intellettuali, come la perdita di memoria.

Potrebbe interessarti anche:

You must be logged in to post a comment Login