UA-72767483-1

World Water Forum. Risultati Finali

Filed under Cultura e Società, News

L’ottava edizione del World Water Forum, organizzato dal World Water Council in collaborazione con il governo del Brasile, ha accolto il maggior numero di cittadini nella storia dell’evento. Il Forum ha visto la partecipazione di 120.000 cittadini, inclusi 12.000 delegati ed esperti.

I partecipanti, provenienti da 172 paesi, hanno preso parte a oltre 300 sessioni ed eventi tematici. Inoltre, i decision maker di 525 istituzioni e 150 sindaci, governatori e legislatori statali hanno potuto dialogare per condividere le loro esperienze e le best practice su come garantire una maggiore sicurezza idrica.

L’ottavo World Water Forum si è svolto intorno al tema della “condivisione idrica”, mobilitando leader mondiali, professionisti e società civile affinché rinnovassero l’impegno ad affrontare la sicurezza idrica e le questioni correlate in modo integrato. Particolare attenzione è stata rivolta ai gruppi maggiormente colpiti dalle crescenti minacce d’insicurezza idrica: giovani, popolazioni indigene e donne.

Stimolare l’azione e il cambiamento per consentire l’accesso all’acqua e trovare soluzioni per evitare le crisi idriche sono due elementi essenziali per rafforzare l’impegno della comunità internazionale a raggiungere l’obiettivo 6 dello sviluppo sostenibile (SDG6), ovvero permettere l’accesso all’acqua per tutti entro il 2030. Una manifestazione di questo impegno è la dichiarazione ministeriale, alla quale hanno contribuito 56 ministri e 14 viceministri, intitolata “Un appello urgente per un’azione decisiva sull’acqua”. Il documento è il risultato di diversi mesi di discussioni in vista del World Water Forum e individua specifiche aree che necessitano cambiamenti. Queste includono: la gestione della carenza idrica, la responsabilità delle istituzioni, il finanziamento delle infrastrutture e la gestione delle risorse idriche, la ricerca di soluzioni naturali e la promozione della cooperazione tra paesi.

Ulteriore risultato ottenuto dall’ottavo World Water Forum, la dichiarazione di sostenibilità ha richiesto la rapida mobilitazione di tutte le parti per garantire un futuro in armonia con l’ambiente. Per fare ciò, la dichiarazione sostiene che l’ONU, i governi e le società debbano considerare l’acqua come elemento essenziale per raggiungere la sostenibilità.

“L’ottavo World Water Forum ha nuovamente dimostrato l’importanza di rafforzare l’impegno politico per destinare maggiori fondi alle esigenze principali. Non è possibile ottenere una gestione sostenibile delle risorse idriche senza coinvolgere gli attori principali di tutti i settori”, spiega il presidente del Consiglio mondiale dell’acqua, Benedito Braga.

I risultati dell’ottavo World World Forum 2018 includono, tra gli altri:

·               Prevedere investimenti strategici più ampi, rafforzando la resilienza e riducendo i rischi alla luce dei cambiamenti climatici;

·               Riconoscere le necessità di migliorare i servizi igienico-sanitari e del trattamento delle acque reflue e di riutilizzarli in modi nuovi e diversi;

·               L’identificazione dell’agricoltura come settore di grande consumo idrico e quindi un settore che deve essere parte integrante del dibattito;

·               La creazione di un approccio integrato urbano-rurale da usare per la pianificazione e la gestione delle risorse idriche;

·               Il consenso sul fatto che leggi e regole chiare sono i presupposti per un’attuazione efficace e per consentire investimenti pubblici e privati verso la sicurezza idrica;

·               Il riconoscimento della necessità di coinvolgere gli utenti finali nei processi decisionali per affrontare e superare politiche e investimenti generalizzati che non riconoscono la diversità culturale e di genere in situazioni politiche, economiche e sociali diverse.

Il Forum di quest’anno ha visto anche un nuovo equilibrio dei diversi stakeholder durante le sessioni del Forum, portando a una maggiore percentuale di donne e giovani presenti al Forum e dando voce alla loro visione. La partecipazione delle donne agli organi decisionali è stata descritta da molti relatori come una delle maggiori sfide che la nostra società deve affrontare.

 “Fate in modo che le esperienze che avete ascoltato e vissuto vi consentano di condividere e proteggere le risorse idriche e vi ispirino a intraprendere azioni per migliorare qualcosa – grande o piccolo che sia – nelle vostre vite, nella vostra organizzazione o comunità. Cerchiamo di creare un effetto a catena dello spirito del Forum nei nostri paesi. Questa sarà la vera eredità di questa settimana straordinaria che ha messo l’acqua al centro dell’agenda di sviluppo globale ” così si è espresso il Presidente Braga durante la cerimonia conclusiva del World Water Forum di Brasilia.

You must be logged in to post a comment Login