L’uomo dal baccio d’oro ha smesso di donare il sangue

Filed under In evidenza, Lifestyle, News, Notizie, Salute

Qualche giorno fa, James Harrison,  “l’uomo con il braccio d’oro” ha dato la sua ultima donazione di sangue. Per più di 60 anni e grazie ad un anticorpo molto speciale che possiede, l’uomo australiano ha salvato la vita a milioni di bambini.

Questo uomo, nel 1951, era ancora un ragazzo di 14 anni ed era guarito da un importante intervento chirurgico. I medici gli avevano rimosso uno dei suoi polmoni durante un’operazione che lo aveva tenuto in ospedale per tre mesi. Ma il giovane era vivo, grazie a una grande quantità di sangue trasfuso che aveva ricevuto.

Il giovane allora aveva giurato che anche lui sarebbe diventato un donatore di sangue, ma dovette aspettare quattro anni prima di essere ammesso. A quel tempo, le leggi australiane richiedevano che i donatori di sangue avessero almeno 18 anni.

James Harrison, dopo aver raggiunto l’età giusta, mantenne la sua promessa, iniziò a dare il suo sangue, distogliendo lo sguardo ad ogni donazione, perché odiava gli aghi.

Nel frattempo, i medici australiani stavano lottando per capire la causa dei migliaia di aborti registrati nel Paese.

Poi, fu scoperto che questi bambini mai nati vivi, soffrivano della malattia emolitica del neonato. Questa patologia si verifica più spesso quando una donna con un gruppo sanguigno Rh negativo rimane incinta di un bambino che ha sangue con Rh positivo. L’incompatibilità quindi incita il corpo della madre a rifiutare i globuli rossi fetali.

I medici si resero conto, tuttavia, che può essere possibile prevenire questa complicanza iniettando alle donne incinte un anticorpo raro.

I ricercatori attraverso le banche del sangue scoprirono che tra chi possedeva questo anticorpo, c’era un donatore compatibile nel New South Wales: James Harrison.

A quel punto, Harrison aveva già dato sangue per più di un decennio. Poco dopo, i ricercatori svilupparono un’iniezione, chiamata Anti-D, usando il sangue di Harrison.

L’uomo, da parte sua, ha continuato a donare per più di 60 anni. Si stima che abbia salvato 2,4 milioni di bambini, in Australia.

Gli scienziati ancora non sanno perché il corpo di James Harrison produca naturalmente questo anticorpo, ma il fatto potrebbe essere correlato alle trasfusioni di sangue che aveva ricevuto da adolescente.

Oggi Harrison è soprannominato “l’uomo con il braccio d’oro”. Qualche giorno fa ha fatto la sua ultima donazione. All’età di 81 anni, ha già superato il limite di età per i donatori.

Diversi genitori sono andati all’ospedale per celebrare l’evento, tenendo tra le braccia alcuni dei bambini che le donazioni di quest’uomo hanno contribuito a salvare.

You must be logged in to post a comment Login