UA-72767483-1

Faenza, i concerti di marzo allo Zingarò Jazz Club

Filed under Intrattenimento, News

Il programma di marzo dello Zingarò Jazz Club di Faenza si apre con una prima assoluta e prosegue con tre appuntamenti di sicuro interesse per gli appassionati, tre progetti dedicati in qualche modo a rileggere le figure di alcuni grandi musicisti del passato in chiave jazzistica e come spunto per le improvvisazioni. Gli appuntamenti si terranno, come di consueto, ogni mercoledì alle 22 e ogni concerto è ad ingresso libero.

Si comincia mercoledì 7 marzo 2018 con Seasons, il nuovo progetto proposta da Michele Francesconi. Il pianista ha commissionato a tre suoi colleghi – Luca Dell’Anna, Marco Ponchiroli e Stefano Travaglini – delle suites per piano trio dedicate al tema delle Stagioni: una chiave per leggere gli stati d’animo e le sensazioni legate alla nostra vita, attraverso un ciclo che si ripete in maniera simile ma mai uguale, ogni volta secondo prospettive differenti. Allo Zingarò Jazz Club, Michele Francesconi guida al pianoforte un trio che vede insieme a lui sul palco anche Giulio Corini al contrabbasso e Luca Colussi alla batteria. Nella seconda parte del concerto, la cantante Laura Avanzolini si unirà al trio.

Mercoledì 14 marzo, Quai Des Brumes – il trio formato da Federico Benedetti al clarinetto, Tolga During alla chitarra e Roberto Bartoli al contrabbasso – esplora le contaminazioni tra musica gipsy, atmosfere balcaniche e klezmer, canzone francese e, naturalmente, il jazz: Parigi come crogiuolo di culture, città reale e visione immaginaria e creatrice di miti. Musica di atmosfere, stimolo per l’immaginazione, oggi spesso addormentata, invito a ridare vita a i nostri sogni.

I Vai Mo’ rileggono la voce unica di Pino Daniele e, in particolare, i dischi che lo hanno visto collaborare con Tullio De Piscopo, James Senese, Rino Zurzolo, Tony Esposito e Joe Amoruso. Nel concerto di mercoledì 21 marzo, la formazione miscela jazz, fusion e blues con la tradizione folkloristica partenopea e con lo spirito dell’improvvisazione.

Mercoledì 28 marzo sul palco dello Zingarò Jazz Club approda Secondo, il progetto ideato da Claudio Zappi come tributo alla musica di Secondo Casadei. Il folk della Romagna si intreccia con il jazz, tradizionale e moderno, con la musica etnica, con il rock, con echi classici. Un progetto davvero trasversale che permette a Zappi e Petrillo di utilizzare tutti gli stimoli a disposizione dei musicisti di oggi.

Lo Zingarò Jazz Club è a Faenza in Via Campidori, 11.

Potrebbe interessarti anche:

You must be logged in to post a comment Login