UA-72767483-1

L’esercizio fisico aerobico allontana Alzheimer

Filed under In evidenza, Lifestyle, News, Salute

Una nuova ricerca, recentemente pubblicata sul Journal of American Geriatrics Society, ha trovato che l’esercizio fisico aerobico può essere il migliore modo per prevenire la malattia di Alzheimer.

Gregory Panza, del Dipartimento di Cardiologia dell’Hartford Hospital di Hartford, Usa, e il suo team hanno effettuato una revisione della letteratura esistente, comprendente in totale 19 studi che esaminavano gli effetti dell’esercizio fisico sugli anziani a rischio.

Dallo studio è emerso che l’esercizio fisico può ritardare il declino della funzione cognitiva che si verifica negli individui che sono a rischio o hanno la malattia di Alzheimer, mentre l’esercizio aerobico ha l’effetto più favorevole.

Complessivamente, l’analisi ha incluso 1.145 anziani che erano a rischio di Alzheimer o perché a un genitore era stata diagnosticata la malattia o perché aveva già un lieve deficit cognitivo, che è un precursore dell’Alzheimer.

Panza ei suoi colleghi hanno rivelato che la funzione cognitiva negli anziani che praticavano solo attività aerobica era tre volte migliore di quella degli anziani che facevano una combinazione di esercizi aerobici e di esercizi di rafforzamento muscolare.

Lo studio ha mostrato che, nel complesso, gli anziani che facevano un qualsiasi tipo di esercizio fisico avevano una funzione cognitiva migliore di quelli che non lo facevano.

E’ ampiamente accettato che l’esercizio fisico è un buon modo per prevenire la demenza. L’Organizzazione Mondiale della Sanità (WHO) raccomanda agli individui di età pari o superiore a 65 anni di praticare 150 minuti di esercizio aerobico ad intensità moderata ogni settimana o 75 minuti settimanali di esercizio aerobico intenso, per tenere a bada questa forma di demenza.

Potrebbe interessarti anche:

You must be logged in to post a comment Login