UA-72767483-1

La luna si creò per un’esplosione nucleare

Filed under Scienza

georeattore.lunaRob Meijer, del Western Cape, in Sudafrica, e Wim van Westrenen, dell’università di Amsterdam, nei Paesi Bassi, pensano che le reazioni nucleari a catena fuori controllo avvenute sulla Terra possano aver dato origine alla Luna, come spiegano su MIT Technology Review.

A far nascere la Luna sarebbe stata, quindi, l’esplosione di un georeattore nucleare nel mantello terrestre.

Nel 1970 è stata documentata l’esistenza di un georeattore attivo tra 1,5 e 2 miliardi di anni fa a Oklo, in Gabon.

Le forze centrifughe di elementi come uranio e torio vicino alla superficie della Terra a livello dell’equatore e le alte concentrazioni di questi elementi radioattivi avrebbero provocato delle reazioni nucleari a catena.

In questo modo, secondo lo studio, sarebbe possibile che la concentrazione fosse sufficientemente elevata per provocare una reazione nucleare fuori controllo.

Da lì si sarebbe originato il materiale che più tardi avrebbe formato la Luna.

Ci sono diverse teorie elaborate dagli scienziati su come possa essersi formato il satellite della terra.

Alcuni credono che la Luna si sia originata circa 4500 milioni anni fa, nella storia del sistema solare, quando un enorme corpo planetario delle dimensioni di Marte, conosciuto come Theia, brutalmente entrò in collisione con la Terra.

La Luna si sarebbe dunque generata per l’80% nell’impatto e per il resto dalla Terra.

Ma la composizione delle rocce della Luna è quasi identica a quella della Terra, in termini di contenuto isotopico e la teoria non convince.

Potrebbe interessarti anche:

You must be logged in to post a comment Login