Cieco da un occhio dopo l’orgasmo

Filed under In evidenza, Lifestyle, Salute

Un uomo di 29 anni è dovuto andare in ospedale dopo aver perso la vista in un occhio a seguito di un intenso orgasmo.

Secondo un articolo pubblicato sul British Medical Journal, l’uomo si era svegliato con un blocco alla vista e, poiché la diagnosi non era chiara, era dovuto tornare in ospedale tre giorni dopo.

Alla sua seconda visita, il medico lo aveva interrogato sulla sua vita sessuale e il paziente aveva ricordato che la notte prima di diventare “cieco”, aveva avuto un incontro di “sesso vigoroso”. Con questa informazione chiave, gli fu diagnosticata un’emorragia che aveva bloccato in parte la sua vista.

Secondo il British Medical Journal, i medici hanno riscontrato un’emorragia nell’occhio del soggetto, causata da un accumulo di pressione nel vaso sanguigno.

I ricercatori hanno concluso che trattenere il respiro durante un orgasmo, per esempio, o durante la manovra di Valsalva, che è un qualsiasi tentativo di espirare l’aria con la glottide chiusa o con la bocca e il naso chiusi, può far esplodere i vasi sanguigni.

La manovra di Valsalva può essere utilizzata per scopi diversi, ad esempio per diminuire la frequenza cardiaca in caso di tachicardia o per calmare il singhiozzo.

“Gli effetti dell’orgasmo nell’occhio sono ben noti e sono stati associati ad altre patologie oculari, incluso il glaucoma ad angolo chiuso”, hanno detto i medici che hanno seguito il caso.

L’infortunio del giovane è stato tuttavia temporaneo.

Solo sei casi simili sono stati registrati in medicina.

Potrebbe interessarti anche:

You must be logged in to post a comment Login