I neutrofili e la nuova cura per il cancro

Filed under In evidenza, Lifestyle, Salute

Un nuovo trattamento per il cancro potrebbe essere testato l’anno prossimo.

La tecnica utilizza delle cellule “neutrofile”, che fanno parte della prima linea di difesa del corpo, moltiplicate milioni di volte e iniettate nei pazienti oncologici.

Dopo aver fatto degli esperimenti con i topi, una compagnia britannica si sta ora preparando per le prime prove del trattamento con i neutrofili su un piccolo numero di pazienti.

Alex Blyth, amministratore delegato di Lift BioSciences, ha dichiarato: “Non stiamo parlando semplicemente di gestire il cancro. Stiamo mettendo a punto una terapia curativa che si riceve una volta alla settimana per 5-6 settimane”.

L’obiettivo ultimo è anche quello di creare la prima banca cellulare al mondo di potenti neutrofili che uccidono il cancro.

Il team di ricercatori, insieme agli studiosi del King’s College di Londra, si sta concentrando inizialmente sul cancro del pancreas, che è tra le forme più letali di tumore.

I primi test di laboratorio hanno anche dimostrato che i neutrofili possono uccidere le cellule del cancro cervicale.

Blyth ha detto che il vantaggio chiave dei neutrofili è che le cellule di un donatore possono essere somministrate a chiunque senza timore di un serio rigetto. Vivono nel corpo solo per cinque giorni e scompaiono prima che il sistema immunitario del ricevente abbia la possibilità di rispondere.

I neutrofili uccidono le cellule tumorali direttamente, distruggendole con sostanze chimiche e anticorpi o indirettamente reclutando altre cellule immunitarie.

Quando essi prendono di mira il cancro, sono altamente efficienti, spazzando via il 95 percento delle cellule tumorali in 24 ore.

Sono i neutrofili con questa capacità che formano la base della nuova terapia.

Il team di Lift ha raccolto migliaia di cellule scartate come rifiuto dalle banche del sangue e le ha sottoposte a screening di massa per il loro potenziale di eliminazione del cancro in un laboratorio.

Le cellule che hanno superato il test sono state raccolte e moltiplicate molte volte per mezzo di un processo segreto. I ricercatori stanno anche lavorando su un modo per alterarle in modo da farle diventare ancora più potenti.

Il professor Farzin Farzaneh, che sta conducendo la ricerca al King’s College, ha dichiarato: “All’inizio ero inizialmente scettico quando Lift BioSciences ci ha contattato. È qualcosa che non credo sia stato fatto prima e produrre queste cellule specifiche con la capacità di uccidere il cancro è un’idea a cui non avevamo pensato. Siamo entusiasti dei primi risultati “.

Le sperimentazioni pilota, che potrebbero potenzialmente iniziare nel giro di un anno, coinvolgerebbe un piccolo gruppo di 20-40 pazienti con carcinoma pancreatico o, forse, una forma rara di cancro dei tessuti molli.

Ogni partecipante riceverà infusioni settimanali di potenti neutrofili.

I neutrofili fanno parte dei globuli bianchi del sangue. Attaccano e difendono l’organismo nei confronti di batteri e virus che potrebbero infettare il corpo umano.

Essi contengono molti diversi sottotipi alcuni dei quali combattono il cancro, mentre altri ne favoriscono la progressione.

Potrebbe interessarti anche:

You must be logged in to post a comment Login