Sesso e arresto cardiaco: il rischio è minimo

Filed under In evidenza, Lifestyle, Salute

I pazienti, malati di cuore e non, pensano di poter morire improvvisamente facendo sesso, ma un nuovo studio suggerisce che probabilmente non è così.

I ricercatori hanno trovato che meno dell’1 per cento delle persone che hanno sperimentato l’arresto cardiaco improvvisamente stavano facendo, o avevano fatto, sesso.

Solo circa 1 su 100 uomini e 1 su 1.000 donne hanno avuto un arresto cardiaco improvviso a causa dell’attività sessuale, secondo un nuovo studio, che è stato pubblicato sulla rivista dell’American College of Cardiology.

Lo studio ha esaminato i dati di più di 4.500 arresti cardiaci improvvisi avvenuti a Portland nell’Oregon (USA) dal 2002 al 2015. Di questi, solo 34 erano legati al sesso e per la maggior parte riguardavano uomini con malattie cardiache.

I ricercatori hanno raccolto le cartelle cliniche, i dati dell’autopsia e i dettagli su ciò che la persona stesse  facendo quando si è verificato un arresto cardiaco improvviso. Tutti i casi che si erano verificati durante il sesso o entro un’ora dopo aver fatto sesso, sono stati considerati relativi all’attività sessuale.

Siamo stati piacevolmente sorpresi di vedere quanto fosse basso il rischio di morte improvvisa a causa del sesso, hanno detto i ricercatori.

Questo studio è un’occasione rassicurare i pazienti, che possono avere una buona qualità di vita, praticando esercizio fisico, adottando una dieta sana e facendo sesso.

Fare sesso, in generale, equivale a salire due rampe di scale, dice lo studio: non è più faticoso.

I risultati del lavoro hanno mostrato che non c’è un alto rischio associato al sesso e all’arresto cardiaco improvviso.

Potrebbe interessarti anche:

You must be logged in to post a comment Login