Digiuno intermittente, l’alternativa alla dieta

Filed under In evidenza, Lifestyle, Salute

Se si odiano le restrizioni giornaliere di una dieta convenzionale, il digiuno intermittente, a giorni alterni, è il modo migliore per perdere peso.

In uno studio di un anno, i ricercatori hanno trovato che, dopo 12 mesi, la perdita di peso in entrambi i tipi di comportamento alimentare (dieta a restrizione calorica e dieta a digiuno intermittente) era stato circa lo stesso.

I partecipanti avevano perso circa il 6% del loro peso con una dieta che comprendeva il digiuno alternato e il 5,3 per cento del loro peso con una dieta a limitato contenuto calorico giornaliero.

Abbiamo pensato che il digiuno di un giorno farebbe anche meglio, ha detto Krista Varady, autrice dello studio. Permette alle persone di fare una pausa dalla dieta perdendo la stessa quantità di peso.

La Varady, che è professore associato di Kinesiologia e nutrizione presso l’Università dell’Illinois, a Chicago, ha detto che dieta a digiuno intermittente consiste nell’alternare un giorno a sole 500 calorie, a un giorno in cui si mangia normalmente.

“Quando la gente vuole perdere peso, il modo più comune è la limitazione quotidiana di calorie“, ha detto la Varady. “Si riducono le calorie di circa il 25 per cento”, ha spiegato, aggiungendo che la cosa funziona per un po’.

Il problema è che probabilmente non si riesce a seguire la dieta a lungo, ha fatto notare, mentre il digiuno intermittente funziona meglio, perché si ha una giornata in cui si può tornare ad essere completamente normali.

Con il digiuno intermittente, i dietisti assegnano un giorno di digiuno seguito da un giorno di alimentazione.

Si consuma un buon pranzo da 400 – 500 calorie, in caso di donne, o da 500 – 600 calorie, se uomini, tra mezzogiorno e le 14.
A questo segue un giorno di alimentazione, in cui mangiare ciò che si vuole.

Il digiuno intermittente, per la Varady ha altri vantaggi in aggiunta alla perdita di peso. Uno studio ha dimostrato che dopo otto settimane il colesterolo LDL di chi seguiva queste regole alimentari si era abbassato dal 10 al 25 per cento. Anche la pressione sanguigna era scesa del 10 per cento.

 

Potrebbe interessarti anche:

You must be logged in to post a comment Login