Regalare una stella, ora si può

Filed under Cultura e Società, Scienza

Il 2017 è un anno fondamentale per il rapporto terra-spazio e se la Nasa prevede i primi viaggi interstellari già a partire dal 2018, c’è chi invece le stelle le può già avere, senza dover aspettare di poter fare un viaggio nello spazio.

Che la volta celeste ispiri da secoli poeti, cantautori e innamorati non è una novità, ma la notizia è che ora è realmente possibile comprare una stella. L’idea è di una giovane società, la Zenais S.p.A*., che attraverso il servizio Global Stars Register ha reso possibile il desiderio di regalare una stella a un parente, a un amico o a una persona cara in vista di un’occasione speciale o semplicemente per consegnare un sentimento all’eternità.

«A noi piace pensare – spiega Giovanna Casale (Direttore Generale di Zenais) come suggerito dal Piccolo Principe , che le stelle siano illuminate affinché ognuno, un giorno, possa trovare la sua».

Come si fa a regalare una stella alla persona che si ama? Innanzitutto occorre collegarsi al sitowww.globalstarsregister.com , poi scegliere il colore, la dimensione e la costellazione e soprattutto il nome che sarà assegnato all’astro.

Il destinatario del regalo riceverà il Certificato Ufficiale Global Stars Register, un opuscolo informatico con tutto ciò che c’è da sapere sulle stelle. Potrà accedere in qualsiasi momento a Global Stars Register per vedere la sua stella con tutte le informazioni di dettaglio, il messaggio personalizzato, la costellazione e le coordinate per osservarla con il telescopio. La dedica personalizzata viene composta dall’utente e rimane raggiungibile dal destinatario in ogni momento cliccando sul link.

Gli astri disponibili provengono dal catalogo “Hipparcos”, il database ufficiale delle stelle esistenti creato dalla NASA e utilizzato abitualmente da astronomi e astrofisici delle varie agenzie spaziali mondiali. Il catalogo comprende i dati astrometrici rilevati dal satellite omonimo, lanciato in orbita nell’agosto del 1989, ed il registro permette di accedere a tutte le 120.000 stelle del catalogo Hipparcos con precisione assoluta, rendendo l’esperienza realistica e coinvolgente. Accorciare la distanza con lo spazio non è più solo una missione per astronauti, brillare non è mai stato così facile.

Potrebbe interessarti anche:

You must be logged in to post a comment Login