UA-72767483-1

Una manciata di mandorle contro il colesterolo cattivo

Filed under In evidenza, Lifestyle, Salute

Mangiare regolarmente una manciata di mandorle può contribuire ad aumentare i livelli di colesterolo buono (HDL) e a migliorarne la funzione di questo.

In un nuovo studio, i ricercatori della  Penn State hanno confrontato i livelli e la funzione della lipoproteina ad alta densità (colesterolo HDL) nelle persone che avevano mangiato mandorle ogni giorno, e i livelli HDL nello stesso gruppo di persone quando avevano mangiato un muffin. I ricercatori hanno scoperto che quando i partecipanti inserivano nella dieta le mandorle, i loro livelli di HDL e la funzionalità di questo colesterolo era migliorata.

Lo studio, pubblicato nel ‘Journal of Nutrition’, dice che una dieta la quale include le mandorle, abbassa la lipoproteina a bassa densità, o colesterolo LDL, che è un fattore di rischio per le malattie cardiache e influenza il colesterolo HDL, considerato un colesterolo buono, che aiuta a ridurre il rischio di malattie cardiache.

I ricercatori hanno voluto vedere se le mandorle potessero non aumentare i livelli di colesterolo ma anche migliorare la funzione del colesterolo HDL, che raccoglie il colesterolo dai tessuti, come le arterie, contribuendo a trasportarlo fuori dal corpo e depositarli nel fegato per essere spezzati.

Nel loro studio, 48 uomini e donne con elevato colesterolo LDL hanno partecipato a due periodi di dieta di sei settimane. In entrambi i momenti, le diete erano identiche tranne che per lo spuntino quotidiano. Nella dieta di mandorle, i partecipanti hanno ricevuto 43 grammi – circa una manciata – di mandorle al giorno. Durante il periodo di controllo, invece, hanno ricevuto un muffin alla banana.

Alla fine di ogni periodo di dieta, i ricercatori hanno misurato i livelli e la funzione del colesterolo HDL di ciascun partecipante. I ricercatori hanno quindi confrontato i risultati dei periodi di dieta con le misurazioni del colesterolo fatte nei partecipanti all’inizio dello studio.

I ricercatori hanno scoperto che, rispetto alla dieta di controllo, la dieta di mandorle aveva aumentato l’α-1 HDL, del 19 per cento e aveva migliorato la funzione HDL del 6,4 per cento, nei partecipanti di peso normale.

Se le mandorle non eliminano il rischio di malattie cardiache, possono essere una scelta intelligente per uno spuntino sano, poiché oltre ai loro benefici cardiaci,  forniscono anche una dose di buoni grassi, vitamina E e fibre, dice lo studio.

You must be logged in to post a comment Login