Il 70% dei veneti ha sintomi di alterazioni metaboliche

Filed under Italia, Lifestyle, Notizie, Regioni, Salute
Il Veneto è tra le Regioni italiane dove si fanno più controlli del metabolismo: il 19% ha fatto almeno una visita contro una media nazionale del 16%. Di questi il 66% sono donne, mentre gli uomini sono decisamente meno attenti. Eppure il 42% della popolazione regionale è sovrappeso e una parte significativa di essi probabilmente devono i loro chili in più proprio a qualche disfunzione metabolica (Dati trattamentimetabolismo.com e Regione Veneto)
In Estate e con le temperature infernali di questi giorni, i sintomi rischiano di peggiorare: “Il caldo eccessivo rallenta ulteriormente il metabolismo, anche perché riduce anche le attività fisiche – ha dichiarato Barbara Allegro, di trattamentimetabolismo.com, centri specializzati proprio nella diagnosi e cura del Metabolismo con sedi in Veneto – Con temperature che sfiorano o addirittura superano i 40 gradi, chi già soffre di disfunzioni rischia di vedere aumentare stanchezza cronica, dolori muscolari, disturbi del sonno. E di mettere su altri chili.”.
“Solo il 25% di chi teme di mettere aumentare il girovita in estate ha fatto una verifica delle funzionalità del proprio metabolismo. E dire che si stima che il 70% della popolazione abbia almeno qualche sintomo. In Veneto c’è certamente una maggiore consapevolezza, si fanno più controlli, ma resta una grande maggioranza che sottovaluta le conseguenze di un metabolismo lento.”.
Allora cosa fare? Prima di iniziare le ferie, è bene rivolgersi al medico per una verifica, sopratutto coloro che riscontrano alcuni segnali, come una forte stanchezza cronica, dolori muscolari, disturbi del sonno. O un peso che non riesce ad essere ridotto nonostante l’impegno.
Sono sopratutto le donne che riscontrano i maggiori problemi legati al Metabolismo, anche se a dire il vero questo deriva anche da una minore attenzione al problema da parte degli uomini.”
“ Il metabolismo certo dipende da molteplici fattori, quali l’età, il sesso, lo stress, la situazione ormonale. Ma è anche possibile riattivarlo, sia con piccoli accorgimenti alimentari e nello stile di vita, sia con metodi naturali e sedute specifiche. Questo permette non solo di perdere peso o di superare alcuni disturbi connessi, ma anche di mantenere i risultati nel tempo, cambiando il modo con il quale il nostro corpo “brucia” l’energia assunta per vivere.” – ha concluso Barbara Allegro di trattamentimetabolismo.com.
Ecco quindi alcuni consigli prima di partire per le ferie:
  • E’ una ovvietà ma d’estate occorre bere e bere tanto. Ma oltre l’acqua è utile il The Verde, il Guaranà, oppure semplicemente peperoncino, caffè o cioccolato. E mangiare tanto pesce, che contiene Iodio. Ahimè occorre anche limitare l’alcool.
  • Evitare assolutamente periodi anche brevi di digiuno. L’assenza di “carburante” complica molto la vita al nostro metabolismo
  • Fare tanti spuntini, ovviamente a basso contenuto calorico, che però permetteranno al nostro corpo di mantenere il metabolismo sempre “sveglio”
  • Fare un controllo della funzionalità della tiroide
  • Fare una visita sulla funzionalità del proprio metabolismo presso uno studio specializzato. Su www.trattamentimetabolismo.com è possibile anche prenotare una visita gratuita pressi i centri specializzati.

Potrebbe interessarti anche:

You must be logged in to post a comment Login