Il formaggio che cresce sugli alberi

Filed under Cultura e Società, In evidenza, Lifestyle, Salute

Sono lontani i tempi in cui i bambini vivevano a contatto con la natura. Quello che era scontato cinquanta anni fa, oggi non lo è più.

Un bambino su cinque in età prescolare, e scolare, in Gran Bretagna crede che i bastoncini di pesce siano fatti con il pollo, mentre uno su tre è convinto che il formaggio cresca sugli alberi.

Inoltre, più di uno su cinque bambini di 5-7 anni e uno su dieci, di 8-11 anni, crede che la pasta provenga dagli animali.

Lo ha rivelato un sondaggio inglese fatto da British Nutrition Foundation (BNF) su 5.040 bambini e adolescenti di età compresa tra i 5 e i 16 anni.

Il 29% dei bambini di età compresa tra 5 e 7 anni, che ha partecipato al sondaggio, e il 25% dei bambini di età compresa tra 8 e 11 anni  ha detto che i formaggi provengono dalle piante.

Inoltre, il 22% dei bambini più piccoli e il 13% dei più grandi ha detto che gli animali ci forniscono la pasta, mentre rispettivamente il 18% e il 6% dei partecipanti ha asserito che i bastoncini di pesce sono costituiti da pollo e non da merluzzo, come è in realtà.

Una ignoranza simile è stata osservata in altri alimenti: il 22% dei bambini di 5-7 anni ha detto che i gamberi vengono dalle piante e 20% di quelli più grandi. Dagli animali viene il pane, secondo il 10% dei bambini di età compresa tra 8 e 11 anni.

L’11% dei partecipanti di età 11-14 anni e il 10% di 14-16 anni ha indicato che i pomodori crescono sotto il suolo, come le patate.

Il 40% dei bambini di età compresa tra i 5 e7 anni ha risposto che i pomodori crescono nei vigneti e il 22% nei cespugli. Nei bambini di 8-11 anni la percentuale di chi ha risposto in modo simile sono state del 49% e del 18%.

L’11% dei ragazzi di età compresa tra gli 11 e i 16 anni ha detto che le caramelle aromatizzate alla frutta sono da mangiare ogni giorno per essere in buona salute, mentre il 27% dei bambini di età compresa tra i 5 e i 7 anni e il 26% dei bambini di età compresa tra gli 8 e gli 11 anni ha detto che lo stesso vale per la marmellata di fragole.

Nel complesso, solo il 31% degli adolescenti di 11-14 anni e il 28% di quelli di 14-16 anni, nel sondaggio, sapeva mangiare sano.

Il 77 per cento dei bambini della scuola elementare e l’88 per cento di quelli della scuola secondaria coinvolti nella ricerca sapeva che si dovrebbero consumare cinque o più porzioni di frutta e verdura ogni giorno, ma il 67 per cento dei bambini della scuola primaria e l’81 per cento di quelli della scuola secondaria ha detto di mangiare quattro o meno porzioni di frutta e verdura al giorno.

L’8 per cento dei bambini di 5-8 anni, il 24 per cento di quelli di 11-14 anni e il 32 per cento dei 14-16enni ha riferito di saltare la prima colazione.

“Le scuole e le famiglie dovrebbero lavorare per educare meglio i bambini e motivarli a fare scelte più sane nella loro dieta”, ha detto l. Roy Balam, CEO di BNF.

L’indagine era parte del programma “La Settimana del Mangiare sano”, organizzata dalla BNF e lanciata dalla HRH The Princess Royal.

 

Potrebbe interessarti anche:

You must be logged in to post a comment Login