UA-72767483-1

Non sempre i centenari conducono una vita sana

Filed under In evidenza, Lifestyle, Salute

Uno studio che ha avuto inizio nel 1998 e che sta analizzando il DNA di 670 persone centenarie ha trovato il caso emblematico di una famiglia, quella dei Kahn, in cui tutti i quattro fratelli sono vissuti per più di cento anni senza condurre una vita sana.

Irving Kahn a New York aveva iniziato a lavorare in borsa anche prima della famosa crisi del 1929 e aveva continuato come analista finanziario fino a poco prima della sua morte, nel 2015, quando aveva 109 anni.

Irving è un caso studiato dai ricercatori, con i suoi fratelli Pietro, Lee e Helen, morti a 103, 101 e 110 anni, rispettivamente.

Il caso dei fratelli Kahn è paradigmatico, perché nessuno di loro aveva vissuto seguendo uno stile di vita sano, ma erano stati in salute fino alla fine della loro vita, dice lo studio.

Il 60% degli uomini centenari e il 30% delle donne dello studio aveva fumato per un lungo periodo di tempo. Quasi il 50% dei partecipanti erano obesi e meno del 50% aveva fatto esercizio fisico. Nessuno aveva fatto qualcosa di sano…C’è un fattore genetico… hanno detto i ricercatori della Albert Einstein School of Medicine di New York, che hanno fatto la ricerca.

Il “gene protettivo” posseduto dai quattro Kahn, potrebbe essere una mutazione genetica associata alla produzione di livelli più elevati di colesterolo buono, hanno concluso i ricercatori in un primo loro articolo pubblicato su ‘Science Advances’.

Inoltre, come con le razze di cani, dove i più piccoli vivono di più rispetto a quelli grandi, il progetto ha scoperto che più della metà dei centenari non aveva  una corretta attività dell’ormone della crescita, hanno precisato i ricercatori, che ora inizieranno una nuova sperimentazione reclutando 3.000 persone di 65 – 80 anni.

Potrebbe interessarti anche:

You must be logged in to post a comment Login