Povertà infantile in Italia: 1 bambino su 10 non mangia a sufficienza

Filed under Cultura e Società, Italia, Notizie, Scuola

Dal 21 aprile al 2 maggio è possibile donare 2 o 5 euro al numero 45526

per dare un aiuto concreto ai bambini in condizione di povertà che vivono nel nostro Paese

L’infanzia sta pagando il prezzo più alto della crisi: nel nostro Paese più di 1 milione di minori vivono in condizione di povertà assoluta. Molte famiglie non sono in grado di far fronte alle spese necessarie per crescere in modo sereno i propri figli: dalla retta del nido al servizio mensa, per arrivare all’acquisto di beni di consumo essenziali come pannolini, pappe, vestiti.

 

La Fondazione Mission Bambini, che dal 2000 si occupa di sostegno all’infanzia in Italia, invita tutti a dare il proprio contributo per offrire ai bambini in difficoltà del nostro Paese un presente e un futuro migliori. È sufficiente inviare un SMS o telefonare da rete fissa al numero 45526 per donare 2 o 5 euro, a seconda della modalità scelta e dell’operatore telefonico. L’iniziativa è attiva dal 21 aprile al 2 maggio.

Nel nostro Paese 1 bambino su 10 non mangia a sufficienza, non può permettersi scarpe o vestiti adeguati, non può acquistare i libri di scuola. Ma non solo: povertà significa anche non avere accesso ai servizi educativi per la prima infanzia o, per i più grandi, trovarsi più facilmente a rischio di abbandono scolastico.

I fondi raccolti grazie all’Sms saranno utilizzati da Mission Bambini per aiutare le famiglie in difficoltà a provvedere all’acquisto di prodotti essenziali per i propri figli (pannolini, biberon, asciugamani, copertine, vestiti), a pagare la retta del nido e il servizio mensa, per avviare percorsi di accompagnamento alla genitorialità. Gli aiuti verranno veicolati attraverso una rete di oltre 100 asili nido del privato sociale sostenuti in questi anni dalla Fondazione su tutto il territorio nazionale, in particolare in aree a forte disagio sociale o carenti di servizi alla prima infanzia. Per informazioni e aggiornamenti sui progetti sostenuti: www.missionbambini.org.

Potrebbe interessarti anche:

You must be logged in to post a comment Login