Il cancro è causato dai geni che si riaccendono

Filed under Lifestyle

cancroI ricercatori dell’Arizona State University’s Center for Convergence of Physical Sciences and Cancer Biology, hanno elaborato una nuova teoria sullo sviluppo del cancro, che, a loro dire, può essere causato da una serie di geni, “accesi” nelle fasi iniziali della vita di un organismo, quando le cellule si differenziano.

I geni che sono coinvolti nello sviluppo precoce dell’embrione e che sono poi messi “spenti”, tornano impropriamente a riattivarsi nell’adulto come conseguenza di danni causati da prodotti chimici, radiazioni o infiammazioni.

La teoria scientifica, pubblicata su Physics World, è stata realizzata dallo statunitense Paul Davies insieme a Charles Lineweaver della Australian National University.

In pratica, il cancro sopraggiungerebbe quando c’è il ritorno a quei meccanismi che di solito dicono alle cellule di moltiplicarsi, come avviene nello sviluppo dell’embrione.

Related posts:

Fare pipì in piscina è pericoloso per la salute
Team svedese, guidato da italiano, ricostruisce esofago funzionante
Il sonno aiuta a memorizzare e a imparare grazie a una proteina
Mers: altre due vittime in Corea del Sud
Terremoto: come parlarne con i bambini
Influenza, gli italiani tra i più ossessionati dai batteri

You must be logged in to post a comment Login