UA-72767483-1

Crede di essere influenzata ma perde le gambe e un braccio

Filed under In evidenza, Lifestyle, Notizie, Salute

Una giovane madre di 28 anni, Cari Kirkness, di Winnipeg, in Canada, ha vissuto un vero incubo, dopo che una mattina, si è svegliata con un piccolo mal di gola e con dei dolori muscolari.

La donna ha pensato di avere una semplice influenza, ma tre giorni dopo, le è apparso un livido sul braccio.

Andata al Victoria hospital, ha ascoltato un terribile verdetto: era affetta da fascite necrotizzante, vittima dello streptococco, detto anche “batterio mangia-carne”.

Trasferita d’emergenza in un centro specializzato la donna è stata messa in quarantena e poi operata. Il danno causato dal batterio era tale che l’amputazione del braccio è stata inevitabile.

Ma durante l’operazione, i chirurghi si sono resi conto che l’infezione si stava diffondendo nella parte inferiore della gamba sinistra della paziente. Così hanno deciso di amputarle l’arto fino al ginocchio.

Ma, i segni del batterio, successivamente, sono apparsi anche nella gamba destra, così, un mese dopo, la paziente è ancora in ospedale. Ha solo un braccio e un pezzo di gamba, ma combatte.

Un mese dopo l’operazione, spera di poter lasciare presto l’ospedale ed essere inserita in un centro di riabilitazione, dove può rafforzare i muscoli dei resti del suo braccio e del collo.

Dopo settimane a letto, i muscoli del collo della giovane madre, infatti, sono così deboli che non sono in grado di sostenere il peso della sua testa.

Tuttavia, aiutata dai cuscini, lei ride di cuore e attribuisce il suo recupero alla sua famiglia e ai suoi due figli.

“Non sono arrabbiata, sono sempre con i miei figli e ho ancora un braccio per abbracciarli”, dice.

Potrebbe interessarti anche:

You must be logged in to post a comment Login