La sindrome di Brugada “è un killer silenzioso”

Filed under In evidenza, Lifestyle, Notizie, Salute

Infastidita dal suo russare, Lisa Lee, una 25enne inglese, ha spinto un po’ suo marito, Lewis. Svegliatasi questa madre di Ashington (città del nord dell’Inghilterra), ha sentito che le lenzuola erano bagnate e ha capito subito che qualcosa non andava. Accendendo la luce, ha notato che il viso del marito era tutto viola e che egli non respirava.

La giovane donna immediatamente ha chiamato i paramedici, ma invano. Ha saputo più tardi che il rumore che aveva percepito come un russare in realtà non era che l’agonia di suo marito.

Secondo i medici, Lewis, era stato colpito da una rara malattia di cuore che causa un battito cardiaco anormale, chiamata sindrome di Brugada, che solitamente si traduce in un’accelerazione della frequenza cardiaca (aritmia). Questo aumento della frequenza cardiaca può dare palpitazioni e svenimenti, a volte può essere letale. La sindrome “è un killer silenzioso”, ha detto la donna, aggiungendo che la morte del marito ha veramente rovinato la sua vita.

Ora, Lisa Lee deve da sola allevare il suo bambino di due anni, ma ha lanciato una campagna per aiutare le persone con sindrome di Brugada. “Un defibrillatore avrebbe potuto salvare la vita di mio marito”, ha detto la donna.

You must be logged in to post a comment Login