UA-72767483-1

Un test del sangue per scoprire precocemente il Parkinson

Filed under In evidenza, Lifestyle, Salute

Una nuova analisi del sangue può rilevare la malattia del Parkinson distinguendola da altri simili disordini, secondo un nuovo studio pubblicato mercoledì su Neurology, il giornale medico dell’Accademia americana di neurologia.

La malattia di Parkinson è un disturbo neurologico che può causare tremori, rigidità, lentezza dei movimenti, problemi di equilibrio, problemi a camminare e difficoltà di coordinamento del movimento. Sintomi meno evidenti includono costipazione, insonnia, ansia, stanchezza e depressione.

Esistono però disturbi neurologici che imitano i sintomi della malattia di Parkinson e chiamati disturbi del parkinsonismo atipico.

Molti medici non possono dire se un paziente ha la malattia di Parkinson o il parkinsonismo atipico, se non è un neurologo specializzato in disturbi del movimento, come ha detto il dottor Oskar Hansson, principale autore del nuovo studio, neurologo e professore associato all’Università di Lund in Svezia.

I non specialisti non sanno esattamente quali domande porre al paziente e i pazienti con Parkinson  atipico hanno disturbi che di solito hanno una prognosi molto peggiore, con progressione veloce della malattia e sintomi più invalidanti rispetto ai pazienti con Parkinson, quindi l’identificazione precoce è fondamentale.

Adesso, di solito, ai pazienti in primo luogo viene diagnosticata la malattia di Parkinson e solo più tardi i medici scoprono che hanno un’altra malattia neurodegenerativa.

La diagnosi corretta è anche importante per il trattamento poiché la maggior parte dei pazienti con i disordini di parkinsonismo atipico non rispondono bene ai farmaci con dopamina che sono di solito prescritti per i pazienti di Parkinson, ha detto Hansson, che con i suoi colleghi ha sviluppato un test del sangue che è, essenzialmente, la variazione di un test esistente in grado di fare una corretta diagnosi tramite il fluido spinale.

Si cerca una proteina, componente delle cellule nervose, che quando queste cellule muoiono, può dare indicazioni nel liquido spinale e nel sangue.

Perché liquido spinale non è facilmente esaminabile da un medico di base, questo test diagnostico non è molto utile, così Hansson ha sviluppato un esame del sangue e ha verificato l’esattezza del nuovo test nel suo studio, fatto su 244 persone con Parkinson, su 79 volontari sani, che servivano da gruppo di controllo, e su 181 pazienti con parkinsonismo atipico (con atrofia del sistema multiplo, paralisi sopranucleare progressiva, degenerazione corticobasale).

Nel complesso, l’analisi del sangue ha mostrato uguale precisione dell’esame del fluido spinale, quando c’era la diagnosi di malattia di Parkinson o un parkinsonismo atipico.

Potrebbe interessarti anche:

You must be logged in to post a comment Login