UA-72767483-1

I dispositivi mobili ci identificheranno con una pillola

Filed under Scienza

pilloleDelle piccole capsule deglutibili contenenti un minuscolo chip potranno identificare una persona trasmettendo i dati personali di un individuo.

I dispositivi elettronici saranno in grado di leggere il segnale, che è unico, ponendo fine alla necessità di password e di carte di identità, liberando gli utenti dal difficile compito di ricordare numerosi codici e risposte di sicurezza.

Già approvato sia dalla US Food and Drug Administration che dalle autorità di regolamentazione europee, il sensore ingeribile è alimentato da una batteria che utilizza l’acido che è nello stomaco di chi la ingoia.

Ogni pillola è progettata per muoversi nel corpo col normale processo di digestione e può essere presa ogni giorno per il tempo massimo di un mese.

Basata su una tecnologia sviluppata da Proteus Digital Health in California, la pillola contiene il chip di un computer e un interruttore, che si attiva quando viene a contatto con l’acido nel corpo dell’utente.

Quindi invia un piccolo segnale che può essere letto dai dispositivi mobili e permette loro di verificare l’identità di un individuo.

Potrebbe interessarti anche:

You must be logged in to post a comment Login