UA-72767483-1

Vivere vicino a una strada trafficata aumenta il rischio di demenza

Filed under In evidenza, Lifestyle, Salute

Vivere vicino a una strada trafficata potrebbe aumentare la probabilità di sviluppare la demenza, secondo un nuovo studio, pubblicato sulla prestigiosa rivista The Lancet.

I ricercatori hanno trovato in una loro ricerca che le persone che vivevano nel raggio di 50 metri da una strada avevano avuto un maggior rischio del 7% di sviluppare la demenza.

Il livello di rischio nello studio diminuiva proporzionalmente: c’era un elevato rischio del 4% tra le persone che vivevano da 50 a 100 metri di distanza da una strada trafficata e un elevato rischio del 2% tra le persone che vivevano da 101 a 200 metri distanza.

Le persone che vivevano a più di 200 metri da una strada principale non si avevano un aumento del rischio demenza, secondo questo studio.

I ricercatori hanno analizzato i dati di oltre 6,5 milioni di persone tra i 20 e gli 85 anni., La vicinanza alle strade è stata stabilita attraverso il codice di avviamento postale.

Nello studio, una strada è stata definita “importante” in base al volume di traffico giornaliero.

Gli inquinanti entrano nel flusso sanguigno e provocano infiammazione e possono entrare anche nel cervello e causare problemi neurologici, ha detto Ray Copes, dell’Ontario Public Health, che ha co-condotto lo studio.

Una ricerca precedente aveva suggerito che l’esposizione al rumore, all’inquinamento e al traffico potrebbe aumentare la degenerazione dei nervi all’interno del cervello. Uno studio recente ha trovato che alcune particelle comuni nell’inquinamento dell’aria potrebbero entrare il cervello delle persone che le inspirano.

Più di 47 milioni di persone soffrono di demenza in tutto il mondo, e 7,7 milioni di nuovi casi si stima che si verifichino ogni anno, secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità.

Il team di studiosi canadesi, adesso, prevede di identificare quali inquinanti siano più responsabili del collegamento con il vivere vicino a una strada trafficata e con la demenza.

 

Potrebbe interessarti anche:

You must be logged in to post a comment Login